LA STORIA

SAN SALVATORE MONFERRATO

 

L’esatta data di nascita di San Salvatore non si conosce. Si sa che nel 172 a.c. i Romani sottomisero le tribù Liguri e nel 14 a.c. San Salvatore faceva parte, come Varcadate (Casale Monferrato ) e Valentia (Valenza) della tribù Pollia, inserita nella IX regio augustea, comprendente gli attuali Piemonte e Liguria.

Nel periodo medievale la città fortificata (“oppidum”) di San Salvatore non venne mai ceduta come feudo a conti o marchesi vassalli, ma rimase sempre Terra immediata (ovvero direttamente dipendente) dei Marchesi Aleramici, dei Marchesi Paleologo e dei Duchi Gonzaga di Mantova e di Nevers.

Nel 1708 il Monferrato entrò a far parte dei domini della Real Casa di Savoia.

Nel 1814 ottenne la qualifica di Regio Borgo e nel 1894, per concessione di Re Umberto I, il titolo di città.

Il 30 aprile 1859 a S.Salvatore si stabilì il Quartier Generale di  Vittorio Emanuele II, mentre a Occimiano si era acquartierato l’imperatore francese Napoleone III. A S.Salvatore giunse anche Garibaldi a ricevere ordini dal sovrano.

SAN SALVATORE MONFERRATO

Nei Dintorni

Sono vari i luoghi di interesse storico da visitare a San Salvatore Monferrato, come la Torre Paleologa (altra circa 24 m.) risalente al XV secolo, la Chiesa di San Martino che ospita i famosi quadri di Guglielmo Caccia (Il Moncalvo), numerosi palazzi e ville storiche e il Santuario della Madonna del Pozzo.

Tra i vari personaggi illustri legati a San Salvatore Monferrato spicca in particolar modo Iginio Ugo Tarchetti scrittore, giornalista e poeta esponente della Scapigliatura, nato proprio a San Salvatore.

Luoghi che esercitano una forte attrattiva economica sono la vicina Valenza, città dell’oro, Serravalle Scrivia con il suo famoso Outlet di moda delle grandi firme, Alessandria con la prestigiosa maison Borsalino nota in tutto il mondo.

SAN TOMMASO S.R.L. - REGIONE GUATRASONE 99 - 15046 - SAN SALVATORE MONFERRATO (AL) - P.IVA 01110740063 - Privacy Policy - Cookie Policy